TECNOLOGIE PER LE GRANDI OPERE CIVILI

Milano, 5 ottobre 2011      

  scarica qui il programma          scarica qui la documentazione del convegno
                   
                     

CTE partecipa al FORUM della TECNICA delle COSTRUZIONI del

 


con il patrocinio di ASSOBETON e ASSOPREM

con il contributo di COBIAX e CSP PREFABBRICATI

PRESENTAZIONE
I sistemi e le tecnologie determinano la sostanziale evoluzione del modo di costruire e del sistema cantiere, oggi. Analisi di alcune grandi opere, esempi di new engineering e riflessioni sul moderno stile progettuale e le nuove capacità realizzative. 
L'atto architettonico è un atto unico, è un fatto magico che rappresenta le necessità degli uomini ma, soprattutto, deve fondarsi sull'analisi e sulla risposta ai nuovi bisogni. Non si può frammentare l'architettura; data l'unità organica insita nel progetto. Viceversa, è lo scheletro della forma, è il pensiero magico regolatore del progetto in grado di formare un nuovo spazio per l'uomo, di dare vita a una nuova forma, insomma, una nuova architettura. L'evoluzione crea complessità, la complessità prevede anche la specializzazione. Il nodo chiave è quello di affrontare l'architettura nei suoi veri contenuti: la struttura, gli impianti, l'immagine, l'ambiente. Oggi stanno cambiando gli attori della scena sociale, il lavoro e la società stanno subendo grandi stravolgimenti; per questo vale la pena di fare alcune riflessioni, non solo sulla disciplina dell'architettura, ma anche più ampiamente, sui materiali, sulle tecnologie e sui sistemi realizzativi.

 

Sede del Convegno
MADE 2011
Fiera Milano Rho
Padiglione  6 - Sala KAPPA - secondo piano